Variazioni di quota e Betting Exchange

Variazioni di quota

Per variazioni di quota intendiamo tutti quei movimenti in salita e/o in discesa che una quota compie dalla sua uscita fino al momento in cui viene giocata. Questo fenomeno è dovuto al fatto che i bookmakers modificano le quote in base all’ammontare delle puntate che ricevono su quella quota.

Facciamo un esempio: se all’uscita la quota della vittoria del Barcellona in una partita di campionato è 1.55 ed il bookmaker rileva un grande afflusso di puntate sulla vittoria del Barcellona, automaticamente tenderà ad abbassare quella quota (ed alzare sia quella della X che quella del 2) per riequilibrare la propria “lavagna”.

Questo nel caso di un bookmakers tradizionale, ma cosa avviene in un Betting Exchange??? Ovviamente le quote vengono proposte dagli utenti ma rimangono più o meno aderenti a quelle proposte da un book tradizionale, per un motivo molto semplice: se noi inseriamo una quota in “banca” la ritroviamo automaticamente come quota “punta” di quell’evento. Ovviamente direi: stiamo agendo come banco quindi stiamo dando la possibilità agli altri utenti di avere una quota ed un importo da puntare.

Viceversa se decidiamo di puntare, la nostra quota ed il nostro importo lo ritroveremo in automatico nella casella di “banca” dell’evento. Vediamo ora, riprendendo l’esempio della quota del Barcellona, cosa succede su Betfair: se noi dovessimo inserire una quota, prendendo spunto da 1.55 che è la migliore quota su book tradizionale, direi che proverei ad inserire una quota dal 1.65 fino ad 1.59, sicuramente non più bassa. Perché? Perché facendo due conti rapidi, con 10€ il book tradizionale mi restituisce €5.50 di vincita, quindi Betfair mi dovrà restituire, al netto delle commissioni, qualcosa in più altrimenti non converrà puntare sull’exchange. Questa mia proposta andrà nella casella di banca fino a che qualche utente non la “abbinerà”, la comprerà in pratica e, affinché ciò avvenga, la mia proposta dovrà essere ritenuta “conveniente” da qualche altro utente. Ovviamente la tendenza sarà quella di cercare di aumentare la quota di punta ed abbassare la quota di banca più possibile, ma sempre cercando di fornire quote appetibili: nessuno di noi punterebbe a quota 1.01 un evento stimato tra 1.9 e 2, ovviamente.

Vediamo un esempio:

Variazioni di quote 1.jpg

Abbiamo proposto una quota in Banca del Man. City ad una quota di 1.5: automaticamente, per poter essere abbinata il sistema la mette come proposta di punta a quota 1.5. Difficilmente qualcuno abbinerà questa proposta visto che la quota per puntare il Man. City è a 3.1 su altro book tradizionale come si vede:

Variazioni di quote 2.jpg

Se invece la proposta in banca fosse stata di 3.3 avremmo avuto una quota per puntare il Man. City di 3.3, di molto superiore alla migliore proposta dai bookmakers tradizionali, quindi decisamente molto appetibile.

La regola fondamentale nel Betting Exchange è: “punta a quota alta e banca a quota bassa”. Ovviamente vale la regola transitiva per “banca a quota bassa e punta a quota alta”.

 

1 thought on “Variazioni di quota e Betting Exchange”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.