Betting Exchange: valutare le quote

Betting Exchange: valutare le quote

Betting Exchange: valutare le quote, come si fa?

Sappiamo che esiste un “margine” che i bookmakers applicano sulle quote (vedi articolo “la lavagna”) anche se non è per nulla facile capire come questo margine sia distribuito  tra le varie quote. Facciamo un esempio e calcoliamo il margine di Bet365 per la nostra scommessa nel mercato “Esito finale”:

la percentuale del segno 1 a quota 3.4 è = (1/3.4)*100= 29,42%

quella del segno X a quota 3.6 è = (1/3.6)*100= 27,77%

quella del segno 2 a quota 2.1 è = (1/2.1)*100= 47,62%

La lavagna del Book X è quindi 29,42+27,77+47,62=104,81%

Siamo certi dunque che il bookmakers ha applicato un margine del 4,81% ma non sappiamo se tale margine è stato applicato in maniera uniforme su tutti e tre i possibili risultati (lo potremmo stimare comparando le quote di tutti gli altri bookmakers ma questo è un discorso che affronteremo in altra sede).

Cosa succede col Betting Exchange?

Le quote in punta sullo stesso evento al momento che scriviamo sono queste: 1 a quota 3.5, 2 a quota 2.18, X a quota 3.7. A vederle d’impatto vediamo che sono più alte ma sono anche più convenienti? Vediamo un po’: ipotizziamo di scommettere €10 sulla vittoria della squadra di casa su Bet365 e gli stessi 10€ su Betfair.it. Avremo la seguente situazione:

Bet365: €10 x 3.4 = €34 ripulito della mia puntata avrò un guadagno di €24;

Betfair.it: €10 x3.5 = €35      (€35-€10) x 5% = €23,75

Togliendo la tassa sulle vincite (5%) che Betfair si trattiene, la scommessa diventa meno conveniente rispetto a piazzarla su Bet365, pur se, a prima vista, la quota di Betfair appariva più alta.

Ora, come si fa a depurare le quote di un Betexchange dalla tassa? Applicando la seguente formula:

[(quota-1)x(1-tassa)]+1

Nel nostro esempio: [(3,5-1) x (1-5%)] + 1= (2.5×0,95) + 1 = 3,375

Come si vede non è corretto dire che le quote di un Betting Exchange sono più alte di quelle di un bookmakers tradizionale: le quote dell’Exchange devono essere ripulite della tassa e quindi confrontate per vedere dove c’è più convenienza a giocare.

Un evento però va assolutamente valutato: nel momento in cui scriviamo, su Betfair c’è un disallineamento delle quote molto marcato: che significa? Che tra la quota in Punta (3.5) e quella in Banca (3.75) c’è un ampio margine in cui provare ad abbinare, ad esempio, una quota in Punta a 3.7, quota che ci consentirebbe un gain maggiore rispetto ad un bookmakers tradizionale.

Dunque nella valutazione di una quota, dovendo scegliere dove giocarla, questi eventuali disallineamenti devono essere necessariamente presi in considerazione.

1 thought on “Betting Exchange: valutare le quote”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.