Mondiali 2018: Pronostici di valore Girone A.

Mondiali 2018 - Pronostico Girone A

Analizziamo tutte le partecipanti al Mondiale Russia 2018, ovviamente cercando di trovare delle quote di valore. Non possiamo affidarci alle stesse statistiche che utilizziamo per i vari campionati ma abbiamo bisogno di basarci su dati relativi alle Nazionali ed ai vari incontri che queste hanno disputato. Per fare ciò iniziamo con lo stabilire quale sarà il criterio che seguiremo: abbiamo avuto modo di analizzare i dati sia del ranking ufficiale della FIFA, sia del cd “World Football Elo Ratings” ed abbiamo deciso di seguire quest’ultimo, ritenendolo molto più affidabile a livello statistico. Questo perchè l’insieme di fattori compresi nella formula la rendono assai più completa della formula usata dalla FIFA, ritenuta da molti operatori delle scommesse meno affidabile, in quanto non rispecchierebbe l’effettivo valore delle squadre. (Per chi volesse approfondire, basta fare una ricerca veloce in rete, qui   e qui trovate i link a Wikipedia, utili per iniziare ad approfondire i due sistemi).

Chiarito dunque quale sarà il nostro punto di riferimento, analizziamo i gironi…

 

GIRONE A: URUGUAY, EGITTO, RUSSIA, ARABIA SAUDITA.

 

Partiamo dai favoriti per la vittoria del girone

Uruguay

Un attacco stellare, formato da Cavani del Psg e da Luis Suàrez del Barcellona, che ha segnato 89 volte in partite Internazionali, ha permesso agli uruguagi di qualificarsi al secondo posto nel girone sudamericano, davanti all’Argentina di Messi.

Anche la difesa, coi i due difensori dell’Atletico Madrid Godin e Gimenez, viene dai più ritenuta all’altezza di una competizione mondiale. La stessa cosa non può dirsi del centrocampo, decisamente non ai livelli dei precedenti reparti.

Due sono però le motivazioni che ci spingono a pensare ad un Uruguay favorito per la vittoria del girone:

  1. le altre contendenti non sembrano avere i mezzi e la qualità per poter contrastare questo primato;
  2. la prima classificata di questo girone probabilmente eviterà di incontrare la Spagna, probabile vincitrice del Gruppo B.

La quota attuale (1.8 circa) ci sembra discreta…

Russia

Qualificata di diritto quale Nazione ospitante, non sembra avere le qualità tecniche e tattiche per fare molta strada in questa competizione. L’unico giocatore di un certo rilievo è il regista del CSKA Mosca, Dzagoev, capocannoniere dell’Europeo 2012 e, ancora oggi, il miglior giocatore della Russia.

La tradizione non è favorevole ai padroni di casa nelle competizioni continentali: sono stati eliminati durante la fase a gironi nelle ultime quattro partecipazioni ai tornei principali.

Dall’altra parte c’è la tradizione che vede il Paese ospitante, nella partita d’apertura del torneo, non essere  mai stato sconfitto. Considerando che la prima gara sarà con l’Arabia Saudita, la tradizione potrebbe essere rispettata.

Ma né il passaggio del turno (dato a  1,33) né la vittoria nel primo incontro (data a 1,3) sembrano quote convenienti. Come vedremo più avanti, proprio la quota del passaggio del turno ci sembra sbagliata poiché troppo bassa, consentendoci di avere una buona possibilità (almeno in termini di quota) nei confronti della prossima squadra.

 

Egitto

L’Egitto, pur vantando una notevole tradizione nel continente africano, con diverse vittorie, non riusciva a qualificarsi per i Mondiali dal 1990. Proprio l’ascesa di alcuni calciatori che giocano in alcune delle più importanti squadre europee, unito ad una organizzazione di gioco difensiva ma estremamente efficace, ha permesso agli egiziani di partecipare a questa Coppa del Mondo.

Di sicuro la punta di diamante è il giocatore del Liverpool Mohammed Salah, autore quest’anno di 44 reti in stagione, ma non sono da sottovalutare alcuni dei suoi compagni come Mohamed Elneny dell’Arsenal e Ahmed Hegazy del West Brom. Guidati da un allenatore molto pragmatico come Hector Cooper, potrebbero dire la loro, quantomeno in termini di passaggio del turno, proprio a scapito dei padroni di casa della Russia.

Tutto dipenderà dalle condizioni di Salah, uscito malconcio dalla finale di Champions.

Comunque la quota di 2,62 per la qualificazione ci sembra molto conveniente, a patto che le condizioni di Salah siano buone.

 

Arabia Saudita 

I tre volte campioni asiatici dell’Arabia Saudita hanno concluso le qualificazioni al secondo posto dietro il Giappone, assicurandosi la loro prima qualificazione alla Coppa del Mondo dal 2006.

Ciò nonostante sono e restano la squadra più debole del girone A, considerando anche che l’attuale allenatore Pizzi ha preso la squadra in mano dopo le qualificazioni e pochi mesi prima dell’inizio di questo Mondiale.

Tuttavia, pur basse, due quote potrebbero essere interessanti: essere l’ultima qualificata del gruppo (a quota 1,4) e la possibilità di realizzare nel torneo più di 1.5 reti ( a quota 1,61). Dopo averli visti all’opera (in particolare nel secondo tempo) contro la Nazionale italiana, quest’ultima mi sembra una discreta quota.

4 thoughts on “Mondiali 2018: Pronostici di valore Girone A.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.