Betting Exchange Strategie Betting Exchange

Strategia di scommesse puntare il favorito

strategia di scommesse

Una strategia di scommesse molto usata è quella di puntare i favoriti: ma siamo certi che sia una strategia vincente?

Abbiamo visto come il book “crea” le sue quote, basandosi su software statistici, suddividendo le percentuali del verificarsi di un evento per tutte le quote. 

Possiamo anche affermare, senza ombra di smentita, che gli stessi bookmakers abbassano volutamente le quote dei favoriti, nella considerazione che il maggior volume di scommesse verrà indirizzato proprio sui questi ultimi. Ovviamente questa mossa andrà a tutela dello stesso book, motivo per il quale avremo spesso una grossa opportunità: quella di scommettere sugli sfavoriti. 

Visto quanto detto finora, abbiamo già capito che questa è la giocata più vantaggiosa: se la nostra stima delle quote è corretta ed abbiamo questa distorsione di quota a favore del favorito, ovviamente le quote degli sfavoriti saranno per noi una ghiotta occasione.

C’è però una ulteriore ragione, non solo intuitiva ma matematica e statistica, che ci spinge in questa direzione.

Ipotizziamo di effettuare 10 scommesse, sistematicamente a favore dei favoriti, di cui cinque scommesse a quota 1.3 e  cinque scommesse a quota 1.5, di giocarle in singola, puntando per ogni scommessa le unità necessarie a far si che ognuna ci dia un saldo netto di 10 unità.

Spieghiamo meglio, per avere circa 10 unità, dovremo giocare 33 unità a quota 1.3 mentre dovremo metterne in gioco 20 per ogni singola a quota 1.5.

Per effettuare tutte le nostre scommesse avremmo puntato: (33×5) + (20×5) = (165+100) = 265 unità.

Immaginiamo di indovinarne 7, di cui 4 a quota 1.3 e 3 a quota 1.5. 

Avremo la seguente situazione: (4×42,9) + (30×3) = 171,6 + 90 = 261,6, 

Un risultato di -3.4 unità, pur avendone indovinate 7 su dieci, il 70% delle nostre scommesse.

Supponiamo ora di aver giocato l’inverso cioè le tre giocate sbagliate in precedenza: avremmo indovinato una scommessa a quota opposta a 1.3 e due a quota opposta a 1.5.

Come facciamo a calcolare la quota opposta? Con una semplice formula:

Q/(1-Q)

Cioè, l’opposto di quota 1.3 sarà 

[1.3/(1-1.3)] = (1.3/0.3) = 4,33

mentre l’opposto di quota 1.5 sarà 

[1.5/(1-1.5)] = (1.5/0.5) = 3.

Per vincere 10 unità con queste quote dobbiamo impiegare 3 unità per la quota 4,33 e 5 unità per la quota 3: il totale da scommettere sarà (3×5)+(5×5) = 15+25 = 40 unità.

Avremo un ritorno pari a: (4,33×3) + (5×3) +(5×3) = 12,99 + 15 + 15 = 42,99.

Un risultato di +2.99 unità, pur avendone indovinate 3 su dieci, il 30% delle nostre scommesse, senza contare che abbiamo investito 40 unità invece di 265.

Il discorso mi pare abbastanza chiaro ma analizziamo il caso singolo: a fronte di una scommessa sbagliata a quota 1.2, ne dovrò indovinare 5 di seguito solo per recuperare la perdita.

Se invece giocassi l’opposto, ossia quota 5 mi basterebbe indovinarne una delle prime 4 per essere in vincita, l’ultima scommessa mi farebbe comunque recuperare tutti gli importi spesi.

Siete ancora convinti che la strategia di scommesse di giocare i favoriti sia conveniente?

SE QUESTA PAGINA TI E’ STATA UTILE E TI E’ PIACIUTO L’ARTICOLO CONTINUA A SEGUIRCI:

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE

ISCRIVITI ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

FAI UNA DONAZIONE

ISCRIVITI AL BLOG.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.